011 – Un ritorno

Cari lettori, care lettrici,

Vi riscrivo con piacere. Si tratta di un ritorno; uno di altri che verranno, me lo sento. Questo, come potete immaginare, significa che ci saranno altre pause. Non si tratta di una certezza, bensì di una ipotesi che sento essere molto probabile.

Vi scrivo perché ne ho improvvisamente sentito la necessità. Perché io, se non sento una quantità di necessità tale da spingermi a scrivervi, non scrivo.

Da quanto tempo non scrivevo più sul blog. Però, in questo preciso istante in cui digito queste lettere, si ripresentano i soliti, ben noti problemi di cui vi ho già parlato:

1) la difficoltà nel parlarvi in maniera oggettiva, cioè senza rimandi alla mia esperienza sensibile;
2) la difficoltà nel trovare un tema di cui parlare.

In altre parole, sento sì l’impellente necessità di comunicare con voi; ma non so come e verso dove indirizzare questa forza, questa volontà.
Ho trovato questo documento nel mio hard disk:

Trovare un equilibrio tra sé e il mondo circostante.
È questa la vera sfida a cui ogni individuo
deve far fronte quotidianamente,
più o meno consciamente.

Sono state date varie ricette nel corso dei secoli affinché ciascuno potesse raggiungere l’agognata pace interiore; eppure, ogni storia umana è diversa dall’altra. Le varie ricette propugnate – più o meno velatamente – dai nostri predecessori, possono aiutarci solo in parte.

Conosci. Abbi sempre sete di conoscenza, del tuo mondo e di quello altrui. Non c’è pericolo di soddisfarti, perché la conoscenza è quella fonte presso la quale più bevi, più hai sete.

 

monptero-de-S.-Gonalo-2Monoptero di S. Gonzalo, Mogadouro, Portogallo.

Annunci